Mars Science Laboratory Rover Curiosity

 

 

msl News >>>>>>>>>>>>>

 

Alla ricerca della vita perduta

 

 

Nella carta le potenziali zone di analisi per la missione alla fine la scelta è caduta sul cratere Gale

 

 

 

 

 

 

 

il Mars Science Laboratory (MSL) "Curiosity" è il primo laboratorio semovente americano specializzato nella ricerca di vita aliena a scendere su Marte a dopo le due navicelle Viking degli anni 70 del secolo scorso.

Rispetto ai gemelli Spirit e Opportunity, MSL è più grande, alto, pesante e potente. Rispetto al suolo sarà circa il 20% più alto. Progettato per un’autonomia minima di 20 km il rover atomico è programmato per una missione di un anno marziano (due terrestri). MSL potrà raccogliere campioni, frantumarli ed analizzarli in una camera di analisi chimica che porterà a bordo. Inoltre una serie di strumenti scientifici gli permetterà di identificare materiali organici come proteine, aminoacidi ed altri componenti della vita basata sul carbonio. In aggiunta potrà identificare gas connessi ad attività biologiche.  MSL è programmato per essere lanciato nel mese di novembre 2011 ed arrivare su Marte nel 2012 per andare ad unirsi alle altre missioni in corso e creare il primo network fra orbiter, lander e rover. MSL è la prima missione in grado di dirigersi in modo autonomo sugli obiettivi prescelti in superficie e grazie al proprio autopilota potrà scendere in un’area ellittica molto più piccolo di quelle determinate per Spirit e Opportunity, un’ellisse delle dimensioni di circa 10 per 20 km. Il progetto prevede l’utilizzo di una "Skycrane" (gru dal cielo). Una piattaforma a razzo in grado di portare il rover sopra la superficie e di calarla al suolo con un cavo, proprio come una gru, per poi tagliare il cavo e volare via dalla zona. Dato che il Mars Science Laboratory dovrà funzionare a lungo su Marte sarà necessario fornirlo di una fonte di energia nucleare.

Gli strumenti presenti sul rover battezzato CURIOSITY sono i seguenti:

  • Mars Science Laboratory Mast Camera

Permetterà l’esecuzione di immagini multispettrali e stereo con una messa a fuoco che passerà da pochi centimetri all’infinito. Potrà inoltre acquisire immagini video in alta definizione in modo autonomo senza l’ausilio del computer di bordo.

  • ChemCam

Dotata di un sensore laser, questo attrezzo potrà identificare composti chimici ed effettuare microimmagini a distanza. Avrà la capacità di far evaporate la parte superficiale delle rocce ed analizzare, fini alla distanza di 10 metri, i vapori prodotti misurando cisì gli elementi chimici primari delle rocce..

  • Mahli

        Il Mars HandLens Imager, è una camera in grado di effettuare microfotografie ad avrà una risoluzione 2.4 volte maggiore di quelle montata sui MER

  • Alpha-Particle-X-ray-Spectrometer

Strumento in grado di rilevare il tipo e l’abbondanza di elementi chimici nelle rocce.

  • CheMin

Questo strumento è un difrattore a fluorescenza che utilizzando radiazioni X potrà effettuare precise analisi  mineralogiche discriminando con esattezza minerali di ogni tipo dai comporti più semplici ai più complessi.

  • Radiation Assessment Detector

Con la capacità di registrare le radiazioni presenti sul pianeta ed in arrivo dal cosmo, questo strumento permetterà di avere una completa mappatura delle radiazioni che persistono in superficie, dando così la misura del tipo di pericoli che un equipaggio umano dovrà affrontare durante la sua permanenza su Marte.

  • Mars Descent Imager

Come già per le missioni MER il Mars Descender Imager permetterà di ottenere immagini a colori della superficie durante la discesa del lander, in modo da poter individuare in breve tempo e con precisione il luogo in cui il rover sarà sceso.

  • SAM

Probabilmente lo strumento più importante il "Sample Analysis at Mars” consiste in una attrezzatura che ha la capacità di raccogliere campioni di suolo, e sottosuolo, e di portarli ad un gas cromatografo. Lo strumento, permetterà di effettuare analisi qualitative organiche. In altre parole se su Marte esisteva la vita o se ancora è presente questo strumento sarà in grado di dircelo.

 

IL CONTRIBUTO ESTERO

Russia e Spagna hanno fornito altri due strumenti:

  • Spettrometro a neutroni

L’Agenzia Spaziale federale Russa ha fornito uno strumento in grado di misurare l’idrogeno e quindi di rilevare la presenza di ghiaccio od acqua in superficie.

  • Stazione meteorologica

Il Ministero per l’Educazione e la Scienza spagnolo ha fornito la stazione meteorologica completa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   

Curiosity

 

MSL a confronto con MER

 

Skycrane

 

Rilascio di MSL da Skycrane

 

MSL a confronto con MER

 

 

Ultimi Test per Curiosity

 

Lo scudo termico

 

First Drive

 

Curiosity

 

 

I 7 minuti di terrore della discesa su Marte di Curipsity

 

 

La skycrane del Mars Retunr Sample prossima missione americana

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

     

 

All the photographs in these site are credit to NASA/JPL/Caltech/Malin