Richard Antony Proctor (1837 - 1888)102riga.gif (2190 byte)

 

 

 

Nel 1867 l’astronomo e divulgatore scientifico inglese (poi naturalizzato americano) Richard Antony Proctor,

elaborò una  mappa di Marte, raccogliendo ed unificando i migliori disegni al tempo disponibili. 

La  mappa, pur nella sua mediocrità, restò quella ufficiale più dettagliata, prima dell’avvento di quelle che Schiapparelli Proctor72.jpg (148396 byte)avrebbe disegnato fra il 1877 ed il 1878.

Questa carta di Marte, inoltre, sollevò alla sua uscita un'ondata di critiche. Non solo perchè si trattava di un lavoro limitato ma, soprattutto, perché i critici, per la maggior parte stranieri, si erano risentiti in quanto Proctor non era stato equanime nell'assegnare i nomi. Infatti, peccando di sciovinismo, tutti i continenti e i mari  avevano nomi di astronomi inglesi!

Oltre a  mari e continenti la carta mostra,   chiaramente, le due calotte polari che Wilhelm Herschel aveva indicato come formate da ghiaccio già nel XVIII secolo.