Francesco Fontana  (1585 – 1656)

 

 

 

 

L’avvocato Francesco Fontana fu uno dei più celebri astrofili del suo tempo.

 

marte.jpg (21205 byte)Assieme a Galileo, fu uno dei primi ad osservare il cielo con un cannocchiale e ci ha lasciato due celebri disegni di Marte, eseguiti nel 1633 e nel 1638, che riportano al centro una macchia che il Fontana chiamò pilula. Il gentiluomo napoletano narrò le proprie scoperte nell'opera Novae coelestium terrestrium que rerum observationes

(Nuove osservazioni di cose celesti e terrene), che uscì nel 1646. Fontana scrisse che nel 1632 vide Marte perfettamente sferico, con al centro una pallina scura, mentre nel 1638 trovò il pianeta molto diminuito da una parte con la pallina centrale altrettanto deformata. Le macchie erano sicuramente dovute ad un difetto ottico dello strumento.